L’ingrata

giugno 2016. alle porte del centro storico di Rimini, l’ingresso può essere confuso con l’adiacente Hasta Luego essendo il palazzo il medesimo e l’insegna segnaletica non d’immediata comprensione. la saletta interna è calda sia nei toni sia nei gradi, complice la brace a vista. con la bella stagione l’opzione giardino interno è …(continua)

Verdesalvia

maggio 2016. “pizza gourmet”. locuzione insulsa, a tratti odiosa se ripetuta (anche nella declinazione gourmand). la pizza è pizza: farina acqua lievito, un pizzico di sale per la base poi la farcitura. la partenza col piede sbagliato [come da biglietto da visita n.d.P.] è parzialmente compensata dall’ …(continua)

Thai Square

aprile 2016. parcheggio per nulla facile ma prima o poi si trova. senza perdere la calma aspettare che il tavolo sia pronto nonostante la prenotazione ed il ritardo accresce la fame o chiude lo stomaco. i camerieri ed anche pararecchi clienti sono thailandesi, buon segno.
tavoli grezzi …(continua)

Charlie 1983 – chef: Marika Prina

[=] aprile 2016. Lele se n’è andato, questa è la novità. per gli habitué uno shock, una pillola difficile da mandar giù con il calice di spumante (proposto) anche se rabboccato (offerto). poi arriva un omaggio, quello della cucina, e a seguire il pane ancora caldo. l’atmosfera ritorna quella familiare di sempre e le pareti ci si accorge che son morbide le tinte fresche i …(continua)

Noodle Bar de Al Mercato

[=] marzo 2016. tutto cambia, evolve, non si stravolge. l’aspetto è sempre quello: giapponese tra ricordi d’infanzia (per i nati a cavallo tra ’70 e ’80) e manga, un fil rouge senza tovaglie con tovaglioli di carta e bacchette.
menu semplificato, scomparsi del tutto gli hot dog rimane l’asia con noodle in “soup” o “stir fried” tra cui scegliere forma, sostanza …(continua)