Ristorante Faccini

settembre 2016. osti da generazioni che tengono viva la cultura enogastronomica piacentina. due sorelle, Paola e Barbara, che si dividono tra sala e cucina; volti e mani di quell’ospitalità familiare tanto apprezzata quanto in via d’estinzione. sebbene il numero di coperti possa scoraggiare la cucina non andrà in affanno neppure nei giorni di grande affluenza e l’intimità sarà garantita dalle molteplici salette nonché dall’intelligente disposizione dei tavoli.
il menù alla carta viene consegnato ai commensali ma i camerieri saranno pronti a recitarlo a memoria e consigliare i piatti del giorno. nell’antipasto misto, che propone bortellina con sei tipi di salume (coppa, salame, pancetta, spalla cotta, culaccia e culatello) giardiniera e insalata russa fatte in casa, è proprio la bortellina a risultare pesante e troppo unta; gli altri antipasti sono stagionali coi classici tortini a farla da padroni. ma perchè venire da Faccini? per i primi e tra questi un trionfo di paste ripiene: tortelli classici con ripieno di erbette e ricotta, alla zucca (ricotta e zucca, niente amaretto, come vuol la tradizione), al ripieno e sugo di culatello o ripieni d’anatra; commoventi. pisarei e fasò, anolini arquatesi, gnocchi alle carote e basilico, tagliolini freschi al tartufo completano il quadro. i secondi, senza lode, vanno dalla tagliata di manzo alla coppa arrosto, faraona alla creta, guancialini di maiale o brasato di cinghiale con polenta. anche i dolci soddisfano a metà: zabaione caldo con fragoline di bosco, sbrisolona, semifreddi al torroncino, all’amaretto o al mascarpone, torta di nocciole con mousse di cioccolato, bavarese all’arancia a seconda dei periodi.
la carta dei vini è ben curata, si trovano praticamente tutte le migliori etichette locali e di tutte le fasce di prezzo, molti vini italiani e qualche francese. è usanza che alla richiesta di un calice di vino venga ne aperta una bottiglia (di vino locale), versato un bicchiere e lasciata poi la bottiglia sul tavolo. alla fine verrà fatto pagare il vino secondo il consumo, un retaggio antico come il coperto (2,50 euro).

EST

PREZZO a persona: 49 euro.
COPERTI: 200 posti.
CHIUSURA: mercoledì.

Ristorante Faccini
Castell’Arquato (PC)
località S. Antonio
tel. 0523 89 63 40

www.ristorantefaccini.com

(*) RECENSIONE PRESENTE ANCHE SU “La (santa) guida dei Grass 2017” e www.igrass.it

Annunci

facoltativamente commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...